Venezia – Concorso Pubblico per 15 Posti di Istruttore Amministrativo


Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di quindici posti di istruttore amministrativo, categoria C/C1, a tempo pieno ed indeterminato, con riserva di cinque posti al personale interno in possesso dei requisiti richiesti per l’accesso dall’esterno e la riserva di posti per i volontari delle Forze armate.

SCADE IL 6 Febbraio 2020

(GU n.2 del 07-01-2020)

ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO - VENEZIA
ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO – VENEZIA

IRE – ISTITUZIONI DI RICOVERO E DI EDUCAZIONE DI VENEZIA

Concorso Pubblico

E’ indetto concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di quindici posti di istruttore amministrativo a tempo pieno ed indeterminato, categoria C/C1 CCNL funzioni locali, per le diverse aree e servizi dell’ente con riserva di cinque posti al personale interno in possesso dei requisiti richiesti per l’accesso dall’esterno.

Ai sensi dell’art. 1014, comma 1 e 3 e dell’art. 678, comma 9 del decreto legislativo n. 66/2010, e’ prevista la riserva di posti per i volontari delle Forze armate.

La scadenza del termine per la presentazione delle domande e’ di trenta giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami».

Il termine, ove cada su un giorno di sabato o festivo, sara’ prorogato di diritto al primo giorno lavorativo utile.

Per verificare i requisiti richiesti per l’ammissione, le modalita’ di presentazione delle domande e il testo del bando e’ possibile consultare il sito internet dell’ente www.irevenezia.it sezione Albo/Concorsi.

Per ulteriori informazioni e’ possibile rivolgersi all’ufficio risorse umane dell’ente ai numeri 041/5217442 o 041/5217538.

Dettagli Del Concorso

    REQUISITI    

  • Titolo di Studio: diploma di scuola secondaria di secondo grado di durata quinquennale.
  • I cittadini dell’Unione Europea ed i cittadini extracomunitari di cui all’art. 38 del D. Lgs. n. 165/2001 e ss.mm.ii., in possesso di titolo di studio di diritto estero sono ammessi alla procedura concorsuale con riserva, in attesa del provvedimento che riconosce l’equivalenza del titolo di studio posseduto in riferimento a uno di quelli richiesti dal bando, secondo le procedure previste dall’art. 38 del D. Lgs 165/2001. Detta equivalenza dovrà essere posseduta al momento dell’eventuale assunzione.
    I possessori di un titolo di diritto estero, che abbiano ottenuto il riconoscimento dell’equipollenza dello stesso a uno dei titoli richiesti dal bando, dovranno dichiarare gli estremi del decreto di equipollenza rilasciato dalle autorità competenti. Qualora il candidato, al momento della presentazione della domanda non sia ancora in possesso del decreto di equipollenza sarà ammesso alla procedura con riserva, fermo restando che tale riconoscimento dovrà sussistere al momento dell’eventuale assunzione.

  • Cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini italiani coloro che siano in possesso della cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione Europea; essere familiare di cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del permesso di soggiorno CE per i soggiornanti di lungo periodo e coloro che abbiano la titolarità dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria)
  • Avere un’età non inferiore ad anni 18 e non superiore a quella prevista dalle vigenti norme per il collocamento in quiescenza alla data di scadenza dell’avviso/bando
  • Adeguata conoscenza della lingua italiana che sarà comunque accertata con la prova d’esame
  • Possedere l’idoneità fisica all’impiego
  • Essere in godimento dei diritti civili e politici
  • Essere in posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva, per i cittadini italiani soggetti a tale obbligo
  • Non essere stato dispensato o destituito dall’impiego presso Pubbliche Amministrazioni ovvero di non essere stato licenziato per persistente insufficiente rendimento ovvero non essere stato dichiarato decaduto da un impiego statale
  • Non aver riportato condanne penali che, ai sensi delle vigenti disposizioni normative, impediscano di instaurare rapporto di lavoro con la pubblica amministrazione, né di avere procedimenti penali pendenti, ovvero indicare le condanne riportate, la data della sentenza dell’autorità giudiziaria che l’ha emessa (anche se sia stata concessa amnistia, condono, indulto o perdono giudiziale)
    LINK UTILI    

Consulta il Bando Completo sulla Gazzetta Ufficiale

Visualizza i Dettagli del Concorso sul sito di IRE

Scarica il Bando del Concorso

Scarica Domanda

Scarica Comunicazione

Questo articolo potrebbe interessare ad uno dei tuoi amici. CONDIVIDI su Facebook!