Padova – Selezione Pubblica – 9 Posti di Analista Tecnico

Selezione pubblica, con eventuale preselezione, per esami, per la copertura di nove posti di analista tecnico di processo e funzionale, categoria D, a tempo indeterminato e pieno, area tecnica, tecnico-scientifica ed elaborazione dati, di cui tre posti riservati ai volontari delle Forze armate.

SCADE IL 19 DICEMBRE 2019

(GU n.91 del 19-11-2019)

ANALISTA TECNICO - UNIVERSITA' DI PADOVA
ANALISTA TECNICO – UNIVERSITA’ DI PADOVA

UNIVERSITA’ DI PADOVA

Selezione Pubblica

Viene indetta la selezione pubblica 2019N77, con eventuale preselezione, per esami, per l’assunzione a tempo indeterminato di nove unita’ di personale di categoria D, posizione economica D1, area tecnica, tecnico-scientifica ed elaborazione dati, con contratto di lavoro subordinato e con orario di lavoro a tempo pieno – Analista tecnico di processo e funzionale.

Tre dei posti messi a bando sono riservati, ai sensi dell’art. 1014 e dell’art. 678 del decreto legislativo n. 66/2010, ai volontari in ferma breve e ferma prefissata delle Forze armate congedati senza demerito ovvero durante il periodo di rafferma nonche’ ai volontari in servizio permanente e agli ufficiali di complemento in ferma biennale e agli ufficiali in ferma prefissata che hanno completato senza demerito la ferma contratta.

La domanda di partecipazione alla selezione dovra’ essere inviata entro il termine perentorio di trenta giorni decorrenti dal giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» – secondo le modalita’ stabilite nel decreto del direttore generale di indizione della selezione pubblicato all’albo ufficiale dell’Ateneo all’indirizzo https://protocollo.unipd.it/albo/viewer e disponibile nel sito https://www.unipd.it/selezioni-personale-indeterminato.

Dettagli Del Concorso

    REQUISITI    

  • Titolo di studio:
  • – Laurea ex D.M. n. 270/2004, classe: L-8 – Ingegneria dell’Informazione, L-31 – Scienze e Tecnologie informatiche, L-35 – Scienze matematiche

    oppure

    – Laurea ex D.M. n. 509/1999, equiparata ai sensi del Decreto interministeriale 09/07/2009, classe: 09 – Ingegneria dell’Informazione, 26 – Scienze e Tecnologie informatiche, 32 – Scienze matematiche

    oppure

    – Diploma delle Scuole dirette a fini speciali ex D.P.R. n. 162/1982, equiparato ai sensi del Decreto Interministeriale 11/11/2011 in: Informatica (didattica a distanza)

    oppure

    – Diploma universitario ex Legge n. 341/1990, equiparato ai sensi del Decreto Interministeriale 11/11/2011 in: Ingegneria biomedica, Ingegneria delle telecomunicazioni, Ingegneria elettronica, Ingegneria informatica, Ingegneria informatica e automatica, Informatica

    oppure

    – Laurea magistrale ex D.M. n. 270/2004, classe: LM-18 – Informatica, LM-21 – Ingegneria biomedica, LM-22 – Ingegneria chimica, LM-23 – Ingegneria civile, LM-24 – Ingegneria dei sistemi edilizi, LM-25 – Ingegneria dell’automazione, LM-26 – Ingegneria della sicurezza, LM-27 – Ingegneria delle telecomunicazioni, LM-28 – Ingegneria elettrica, LM-29 – Ingegneria elettronica, LM-30 – Ingegneria energetica e nucleare, LM-31 – Ingegneria gestionale, LM-32 – Ingegneria informatica, LM-33 – Ingegneria meccanica, LM-35 – Ingegneria per l’ambiente e il territorio, LM-40 – Matematica, LM-66 – Sicurezza informatica

    oppure

    – Laurea specialistica ex D.M. n. 509/1999, equiparata ai sensi del Decreto interministeriale 09/07/2009, classe: 23/S – Informatica, 26/S – Ingegneria biomedica, 27/S – Ingegneria chimica, 28/S – Ingegneria civile, 29/S – Ingegneria dell’automazione, 30/S – Ingegneria delle telecomunicazioni, 31/S – Ingegneria elettrica, 32/S – Ingegneria elettronica, 33/S – Ingegneria energetica e nucleare, 34/S – Ingegneria gestionale, 35/S – Ingegneria informatica, 36/S – Ingegneria meccanica, 38/S – Ingegneria per l’ambiente e il territorio, 45/S – Matematica

    oppure

    – Laurea del “vecchio ordinamento”, ante D.M. n. 509/1999, equiparata ai sensi del Decreto Interministeriale 09/07/2009, in: Informatica, Ingegneria biomedica, Ingegneria medica, Ingegneria chimica, Ingegneria civile, Ingegneria delle telecomunicazioni, Ingegneria edile, Ingegneria elettrica, Ingegneria elettronica, Ingegneria nucleare, Ingegneria gestionale, Ingegneria industriale, Ingegneria meccanica, Ingegneria per l’ambiente e il territorio, Ingegneria informatica, Scienze dell’informazione, Matematica

    oppure

    La Laurea in Informatica deve essere equiparata dall’Ateneo, che ha rilasciato il relativo titolo, alla Laurea magistrale della classe LM-18 – Informatica


    La Laurea in Matematica deve essere equiparata dall’Ateneo, che ha rilasciato il relativo titolo, alla Laurea magistrale della classe LM-40 – Matematica


    La procedura di equiparazione deve essere avviata presso l’Università che ha rilasciato il titolo entro la data di scadenza del bando, a pena di esclusione dalla selezione, e gli estremi della richiesta devono essere comunicati al Responsabile del procedimento, allegando la dichiarazione o la richiesta di equiparazione, anche in forma di autocertificazione, nella sezione Allegati della procedura telematica di compilazione della domanda


    Coloro che sono in possesso di un titolo di studio estero possono partecipare alla selezione esclusivamente previo espletamento di una procedura di equiparazione ai sensi dell’art. 38, comma 3, del D.Lgs. 165/2001. Il candidato è ammesso alla selezione con riserva qualora il provvedimento non sia ancora stato emesso dalle competenti autorità, ma sia stata avviata la relativa procedura, fermo restando che l’equivalenza dovrà essere obbligatoriamente posseduta al momento dell’assunzione
    La procedura di equiparazione deve essere avviata entro la data di scadenza del bando, a pena di esclusione dalla selezione, e gli estremi della richiesta di equivalenza del titolo di studio devono essere comunicati al Responsabile del procedimento
    Il modulo per la richiesta di equivalenza del titolo di studio estero è reperibile all’indirizzo:

    http://www.funzionepubblica.gov.it/strumenti-e-controlli/modulistica



  • Età non inferiore agli anni 18
  • Cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini italiani gli italiani non appartenenti alla Repubblica) o cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea. Saranno ammessi alla selezione anche i familiari di cittadini degli stati membri dell’Unione Europea non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente e i cittadini di Paesi terzi che siano titolari di permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria
  • Godimento dei diritti politici
  • Idoneità fisica all’impiego
  • Essere in regola con le leggi sugli obblighi militari

  • I candidati di cittadinanza diversa da quella italiana devono possedere i seguenti requisiti:

    – godimento dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza

    – possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica

    – adeguata conoscenza della lingua italiana


    Non possono essere ammessi alla selezione, a sensi dell’art. 2, comma 3, del D.P.R. 487/94, coloro che siano esclusi dall’elettorato politico attivo e coloro che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento ovvero che siano stati dichiarati decaduti da altro impiego statale ai sensi dell’art. 127, lettera d) del D.P.R. 10.01.1957, n. 3, ovvero siano stati licenziati da altro impiego statale ai sensi della vigente normativa contrattuale
    LINK UTILI    

Consulta il Bando Completo sulla Gazzetta Ufficiale

Visualizza i Dettagli sul sito dell’Università

Scarica il Bando del Concorso

Questo articolo potrebbe interessare ad uno dei tuoi amici. CONDIVIDI su Facebook!