Comune di Barletta – concorso pubblico – 12 Posti Agente di Polizia Locale

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di dodici posti di agente di polizia locale, categoria C

SCADE IL 19 Marzo 2020

(GU n.14 del 18-02-2020)

AGENTE DI POLIZIA LOCALE - COMUNE DI BARLETTA
AGENTE DI POLIZIA LOCALE – COMUNE DI BARLETTA

COMUNE DI BARLETTA

Concorso Pubblico

Il dirigente del settore organizzazione e sviluppo risorse umane rende noto che il Comune di Barletta ha indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di dodici posti di agente di polizia locale, categoria C, di cui al CCNL funzioni locali 2018.

Il testo integrale del bando di concorso, con indicazione dei requisiti e delle modalita’ di partecipazione al concorso e’ disponibile sul sito dell’ente: www.comune.barletta.bt.it nel link Amministrazione trasparente/Bandi di concorso.

La scadenza delle domande e’ fissata al trentesimo giorno successivo alla pubblicazione del presente avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami».

In ogni caso, a fronte di accertata anomalia, i termini di presentazione della domanda saranno prorogati per un periodo pari alla durata della sospensione del sistema informatico di gestione della pec dandone contestuale comunicazione sulla rete civica comunale.

Dettagli Del Concorso

    REQUISITI    

  • Cittadinanza italiana o possesso della cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione europea di cui al D.P.C.M. 07.02.1994, n. 174, purché in possesso di una adeguata conoscenza della lingua italiana
  • Età non inferiore agli anni 18 e non superiore ai limiti per il collocamento in quiescenza
  • Godimento dei diritti civili e politici, anche negli Stati di appartenenza o di provenienza
  • Non aver subito condanne o non avere procedimenti penali in corso che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione del rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione, anche negli Stati di appartenenza o provenienza
  • Non essere stato dispensato o destituito dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione, anche negli Stati di appartenenza o di provenienza
  • Essere in posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva per i cittadini soggetti a tale obbligo ( nati entro il 31/12/1985 ai sensi dell’art 1, della L. 23/08/04, n. 226) e delle disposizioni di legge sul reclutamento e non essere stato espulso dalle FF.AA. o da Corpi e Amministrazioni militarmente organizzati, e comunque non aver svolto servizio sostitutivo civile quale obiettore di coscienza e non aver inoltrato domanda a tal fine, salvo che non sia stata presentata la rinuncia al diritto di obiezione e sia stato emesso il previsto provvedimento dell’Agenzia Nazionale del Servizio Civile come da art.636 del D. Lgs. n.66/2010
  • Essere in possesso dell’idoneità psico-fisica piena ed incondizionata all’impiego ed alle mansioni proprie del profilo professionale da rivestire con esenzione da difetti, malattie o imperfezioni che possano influire in maniera riduttiva sull’attitudine a prestare servizio continuativo ed incondizionato per il posto al quale si riferisce il concorso, o sul rendimento del servizio stesso


  • L’Amministrazione sottoporrà a visita medica di controllo e a prova psico-attitudinale, con sottoposizione al test MMPI 2, tutti i candidati che avranno superato, con esito positivo, tutte le prove come previsto dal successivo articolo 10

    La visita medica di controllo sarà effettuata dall’organo competente alla sorveglianza sanitaria, ai sensi del D. Lgs. 81/08 e successive modificazioni e integrazioni, allo scopo di accertare che il vincitore abbia l’idoneità necessaria e sufficiente per poter esercitare le funzioni inerenti il posto.

    Il test MMPI 2 sarà effettuato da uno psicologo del lavoro che sarà componente aggiunto della Commissione esaminatrice

    Nel caso di esito negativo del test psico-attitudinale ovvero dell’accertamento sanitario, non si darà luogo al perfezionamento della nomina, senza rimborso o indennizzi agli interessati.

    La mancata presentazione alla visita medica o al test MMPI 2 senza giustificato motivo, comporterà la rinuncia al posto messo a concorso.

    Data la particolare natura dei compiti che la posizione di lavoro implica, la condizione di privo della vista comporterà inidoneità fisica al posto messo a concorso, ai sensi dell’art. 1 legge 120/1991.

    I candidati non dovranno, inoltre, trovarsi nelle condizioni di disabilità di cui all’art. 1 della L. n.68/99 (ai sensi di quanto disposto dall’art. 3, comma 4, della L. n.68/99).

  • Essere in possesso del seguente titolo di studio: diploma di Scuola media superiore (maturità quinquennale) – rilasciato da Istituti riconosciuti dall’ordinamento scolastico italiano; tutti i titoli di studio devono essere rilasciati da Istituti riconosciuti a norma dell’ordinamento scolastico/universitario dello Stato italiano. Per i candidati in possesso di un titolo di studio conseguito all’estero, l’assunzione sarà subordinata al rilascio, da parte delle autorità competenti, del provvedimento di equivalenza del titolo di studio posseduto, al titolo di studio richiesto dal presente bando, così come previsto dall’art. 38 del D. Lgs. n.165/01; in tal caso il candidato deve espressamente dichiarare, nella propria domanda di partecipazione, di aver avviato l’iter procedurale, per l’equivalenza del proprio titolo di studio, previsto dalla richiamata normativa

  • Essere in possesso di patente di guida di:
  • – Categoria “B”) o superiore (se conseguita anteriormente al 26.4.1988).

    Ovvero

    – Categoria “B” o superiore e Patente di guida di categoria “A” se conseguita successivamente


  • Essere in possesso dei requisiti necessari, ai sensi della Legge 07/03/1986, n. 65 “Legge quadro sull’ordinamento della Polizia Municipale”, per poter svolgere servizio di polizia locale (in qualità di Agente di Polizia Locale), di polizia giudiziaria (in qualità di Agente di Polizia Giudiziaria), di polizia stradale e di pubblica sicurezza che prevede la dotazione di armi (art. 5, quinto comma della suddetta legge) e idoneità e disponibilità al porto dell’arma d’ordinanza
  • Conoscenza della lingua inglese
  • Conoscenza dell’uso delle apparecchiature e applicazioni informatiche più diffuse in ambito di office automation (programmi di scrittura, Internet e posta elettronica

  • I candidati aventi titolo a partecipare al concorso fruendo della riserva di legge di cui agli artt. 1014 co. 1 – lettera b) e 678 co. 9) del Decreto Legislativo n. 66/2010 e s.m.i., dovranno dichiarare inoltre sulla domanda di partecipazione il possesso di uno dei seguenti requisiti:
  • – di essere volontario in ferma breve o ferma prefissata delle Forze Armate, congedato senza demerito

    – di essere volontario delle Forze Armate in periodo di rafferma

    – di essere volontario delle Forze Armate in servizio permanente

    – di essere Ufficiale di complemento in ferma biennale o Ufficiale in ferma prefissata e di aver completato senza demerito la ferma contratta


  • Avendo cura di indicare inoltre le seguenti informazioni:
  • – la Forza Armata ove ha prestato servizio

    – la data di decorrenza giuridica di arruolamento, l’eventuale data di congedo/rafferma/fine ferma nonché eventuali richiami in servizio o di incorporamento. I candidati che abbiano svolto più periodi di servizio dovranno indicare le date di incorporamento, di fine ferma o di rafferma di ogni singolo periodo svolto, anche se riferito a diversi arruolamenti

    Non possono accedere al concorso pubblico coloro che siano esclusi dall’elettorato attivo e coloro che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione, anche negli Stati di appartenenza o di provenienza
    LINK UTILI    

Consulta il Bando Completo sulla Gazzetta Ufficiale

Visualizza i Dettagli sul sito del Comune

Scarica il Bando del Concorso

Scarica Domanda di Partecipazione

Questo articolo potrebbe interessare ad uno dei tuoi amici. CONDIVIDI su Facebook!