8 posti Tecnici e Istruttori dei Servizi Amministrativi – Provincia di Prato

Concorso pubblico, per esami, per la copertura di otto posti di tecnico dei servizi amministrativo contabili, istruttore dei servizi amministrativi, categoria C, a tempo pieno ed indeterminato, di cui quattro posti per il Comune di Poggio a Caiano e quattro posti per la Provincia di Prato.

SCADE IL 5 AGOSTO 2019

(GU n.53 del 05-07-2019)

TECNICI E ISTRUTTORI DEI SERVIZI AMMINISTRATIVI - PROVINCIA DI PRATO
TECNICI E ISTRUTTORI DEI SERVIZI AMMINISTRATIVI – PROVINCIA DI PRATO

PROVINCIA DI PRATO

Concorso Pubblico

La Provincia di Prato, con determinazione dirigenziale n. 610 dell’11 giugno 2019, ha indetto concorso pubblico per esami per la copertura a tempo pieno e indeterminato di otto posti di tecnico dei servizi amministrativo contabili /istruttore dei servizi amministrativi, categoria C, di cui quattro posti per la Provincia di Prato e quattro posti per il Comune di Poggio a Caiano, ed ha approvato il relativo bando.

Titolo di studio richiesto: diploma di scuola secondaria di secondo grado di durata quinquennale o ritenuto equipollente per effetto di legge, legalmente riconosciuto.

Scadenza presentazione domande: ore 23,59 del 5 agosto 2019.

I candidati che intendono partecipare al concorso dovranno iscriversi utilizzando esclusivamente la procedura on-line attiva sul link: www.gestioneconcorsipubblici.it/provinciaprato disponibile sul sito della Provincia di Prato – area: «Amministrazione trasparente/Bandi di concorso).

Informazioni: ufficio personale 0574/534595 – 631; cdelcolombo@provincia.prato.it

Dettagli Del Concorso

    REQUISITI    

  • Titolo di studio: Diploma di scuola secondaria di secondo grado di durata quinquennale o ritenuto equipollente per effetto di legge, legalmente riconosciuto. Nel caso in cui il titolo di studio sia stato conseguito all’estero, il candidato dovrà allegare alla domanda di partecipazione idonea documentazione comprovante il riconoscimento da parte delle autorità competenti, che tale titolo è equiparabile al titolo di studio richiesto per l’accesso (art. 38 c. 3 del D.Lgs. 30/03/2001 n. 165). I titoli di studio dovranno essere accompagnati da una traduzione in lingua italiana effettuata da un traduttore in possesso del necessario titolo di abilitazione. Qualora il candidato, al momento della presentazione della domanda, non sia in grado di allegare detta documentazione sarà ammesso alla procedura sotto condizione, fermo restando che tale riconoscimento dovrà sussistere al momento dell’eventuale assunzione
  • 1.cittadinanza italiana o 2.cittadinanza di altro Stato appartenente all’Unione Europea oppure 3.cittadinanza extracomunitaria, solo ove ricorrano le condizioni di cui all’art. 38 del D.Lgs. 30.03.2001,n.65,come modificato dall’art 7 della l. 6.8.2013,n. 97
  • Età non inferiore agli anni 18
  • Idoneità fisica all’impiego ed alle mansioni previste per il profilo professionale messo a concorso
  • Godimento del diritto di elettorato politico attivo.Per i cittadini di altri Stati dell’Unione Europea e per i cittadini extracomunitari tale requisito dovrà essere posseduto nel paese di appartenenza
  • Non essere stato condannato,anche con sentenza non passata in giudicato,per i reati che escludono, secondo le vigenti disposizioni, la costituzione del rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione
  • Non essere sottoposto a misura restrittiva della libertà personale
  • Non essere stato destituito o dispensato dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione, ovvero non essere stati dichiarato decaduto per aver conseguito l’impiego mediante la produzione di documenti falsi o nulli comportanti l’interdizione ai pubblici uffici; non aver subito un licenziamento disciplinare o un licenziamento per giusta causa dall’impiego presso una pubblica amministrazione
  • Essere in posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva, per gli obbligati ai sensi di legge, tenuto conto, per i cittadini non italiani, dell’obbligo di leva previsto dall’ordinamento del paese di appartenenza
  • I cittadini non italiani, ai fini dell’accesso ai posti della pubblica amministrazione, devono essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini italiani e devono avere adeguata conoscenza della lingua italiana

    LINK UTILI    

Consulta il Bando Completo sulla Gazzetta Ufficiale

Visualizza i Dettagli sul sito della Provincia di Prato

Scarica il Bando del Concorso

Questo articolo potrebbe interessare ad uno dei tuoi amici. CONDIVIDI su Facebook!