57 posti Area Amministrativa – Università di Bologna

Concorso pubblico, per esami, per la copertura di cinquantasette posti di categoria C, area amministrativa.

SCADE IL 5 SETTEMBRE 2019

(GU n.62 del 06-08-2019)

AREA AMMINISTRATIVA - UNIVERSITA' DI BOLOGNA
AREA AMMINISTRATIVA – UNIVERSITA’ DI BOLOGNA

UNIVERSITA’ DI BOLOGNA «ALMA MATER STUDIORUM»

Concorso Pubblico

Ai sensi del regolamento in materia di accesso esterno all’impiego presso l’Alma Mater Studiorum – Universita’ di Bologna, adottato con decreto rettorale n. 190/2002 del 17 giugno 2002, cosi’ come da ultimo modificato dal decreto rettorale 460/2010 del 19 aprile 2010, e’ indetto concorso pubblico, per esami, per la copertura di cinquantasette posti di categoria C, posizione economica 1, area amministrativa, per le esigenze di questo Ateneo.

Dal giorno successivo a quello della pubblicazione del presente avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» decorre il termine di trenta giorni per la presentazione della domanda di partecipazione, secondo le modalita’ indicate nel bando.

Il testo integrale del bando con allegato il fac-simile di domanda e con l’indicazione dei requisiti e delle modalita’ di partecipazione al predetto concorso e’ consultabile al sito web dell’Ateneo: http://www.unibo.it/it/ateneo/concorsi-e-selezioni/bandi-e-avvisi-ta# !

Le figure ricercate sono di tipo amministrativo, con competenze di base in ambito di contrattualistica e contabilità, che si occuperanno principalmente delle seguenti attività:

– gestione contabile di tutte le fasi del ciclo attivo e passivo; • procedure di acquisto sotto soglia comunitaria;

– gestione amministrativo – contabile dei rapporti di collaborazione con personale esterno quali assegni di ricerca, borse di studio, contratti di lavoro autonomo;

– predisposizione di atti e documenti relativi a procedimenti e processi amministrativi di Ateneo (ad esempio verbali, provvedimenti, comunicazioni, note descrittive);

– raccolta ed elaborazione dati e informazioni anche mediante l’utilizzo di applicativi e data base informatici, e predisposizione di report connessi;

– rapporti con utenza interna/esterna nell’ambito dei servizi erogati dall’Ateneo.

Tra le competenze tecniche, sono richieste:

– conoscenze in materia di Legislazione universitaria, Statuto di Ateneo, Regolamento di Amministrazione, Finanza e Contabilità e Regolamento di organizzazione e del sistema dei servizi TA nell’Ateneo multicampus;

– è inoltre richiesta una buona conoscenza della lingua inglese.

Tra le competenze trasversali, sono richieste in particolare attitudine al lavoro di gruppo e orientamento all’utenza, adeguata capacità di comunicazione, sia in forma scritta che in forma orale, attitudine ad individuare e a risolvere, in maniera costruttiva, i problemi attinenti al ruolo e forte motivazione a ricoprire lo stesso.

Sono infine richieste capacità di utilizzo degli applicativi informatici di uso più comune, nonché della posta elettronica e di Internet.

Le sedi di servizio per le quali il presente bando viene indetto sono Bologna, Forlì, Cesena, Rimini o Ravenna.

I/le candidati/e dichiarati/e vincitori/trici saranno invitati/e a stipulare, ai sensi dell’art. 19 del Contratto collettivo di lavoro del personale tecnico ed amministrativo del Comparto Università, un contratto individuale finalizzato all’instaurazione di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato.

Dettagli Del Concorso

    REQUISITI    

  • Cittadinanza italiana (gli italiani non appartenenti alla Repubblica sono equiparati ai cittadini italiani), cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione europea o loro familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro purché titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, nonché cittadini di Paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria
  • Essere in possesso del seguente titoli di studio:
  • – Diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale (maturità)
  • Il candidato il possesso di un titolo di studio conseguito all’estero, può partecipare alla selezione allegando alla domanda la dichiarazione di equipollenza rilasciata ai sensi della vigente normativa, oppure, qualora non ne sia in possesso, la ricevuta di avvio della procedura di equivalenza del proprio titolo di studio a quello richiesto dal bando, secondo la procedura di cui all’art. 38 del D. Lgs. 165/2001 (per la procedura di rilascio consultare la pagina http://www.funzionepubblica.gov.it/strumenti-e-controlli/modulistica). La procedura di equivalenza deve essere avviata entro la data di scadenza del bando. Il candidato è ammesso alla selezione con riserva qualora il provvedimento non sia ancora stato emesso dalle competenti autorità, fermo restando che la determina di equivalenza del titolo di studio dovrà obbligatoriamente essere posseduta al momento dell’assunzione. Si evidenzia che non possono essere allegate semplici Dichiarazioni di Valore.La ricevuta di invio (PEC o Raccomandata) della richiesta di equivalenza del titolo di studio dovrà essere inserita negli appositi spazi previsti all’interno della domanda di concorso
  • Godimento dei diritti civili e politici (anche negli Stati di appartenenza o di provenienza per i cittadini non italiani)
  • Età non inferiore agli anni 18
  • Assenza di condanne penali definitive che possano impedire, secondo le normative vigenti, l’instaurarsi del rapporto di impiego. In ogni caso è onere del candidato indicare nella domanda di concorso di aver o meno riportato condanne penali non ancora passate in giudicato e/o di essere o meno sottoposto a procedimento penale
  • Non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo, né essere stati licenziati per motivi disciplinari, né destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento ovvero per aver conseguito l’impiego mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile, ovvero con mezzi fraudolenti
  • I cittadini stranieri, così come individuati al punto 1 devono possedere, ai fini dell’accesso ai posti della pubblica amministrazione, i seguenti requisiti:
  • – godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza
  • – essere in possesso, fatta eccezione per la titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica
  • – avere adeguata conoscenza della lingua italiana
  • – essere in possesso del titolo di studio richiesto all’art. 2 punto 2) o, in alternativa, di un titolo di studio dichiarato equipollente dalle competenti autorità ai sensi dell’art. 38, comma 3. del D.Lgs. 165/2001
    LINK UTILI    

Consulta il Bando Completo sulla Gazzetta Ufficiale

Visualizza i Dettagli sul sito dell’Università di Bologna

Scarica il Bando del Concorso

Questo articolo potrebbe interessare ad uno dei tuoi amici. CONDIVIDI su Facebook!