55 Posti Funzionario di Polizia Municipale – Comune di Genova

Concorso pubblico, per esami, per la copertura di cinquantacinque posti di funzionario di polizia municipale, categoria D, a tempo pieno ed indeterminato

SCADE IL 9 GENNAIO 2020

(GU n.97 del 10-12-2019)

FUNZIONARIO DI POLIZIA MUNICIPALE - COMUNE DI GENOVA
FUNZIONARIO DI POLIZIA MUNICIPALE – COMUNE DI GENOVA

COMUNE DI GENOVA

Concorso Pubblico

La direzione sviluppo del personale e formazione, con determinazione dirigenziale n. 236/2019 indice un concorso pubblico, per esami, finalizzato all’assunzione, a tempo pieno ed indeterminato di cinquantacinque funzionari polizia municipale – categoria D – posizione economica D.1.

Il termine per la presentazione delle domande e’ il 9 gennaio 2020.

Copia integrale del bando e’ disponibile sul sito internet del Comune di Genova http://www.comune.genova.it

Dettagli Del Concorso

    REQUISITI    

  • Cittadinanza italiana, secondo quanto disposto dall’art. 2 del D.P.C.M. 174/1994
  • Età non inferiore ad anni 18 e non superiore a quella prevista dalle norme vigenti per il collocamento a riposo
  • Essere in possesso dei requisiti previsti all’art. 5, comma 2, della legge 7.3.1986, n. 65 per il conferimento della qualifica di Agente di Pubblica Sicurezza e precisamente: godimento dei diritti civili e politici, non avere subito condanna a pena detentiva per delitto non colposo e non essere stato sottoposto a misura di prevenzione, non essere stato espulso dalle Forze Armate o dai Corpi militarmente organizzati o destituito dai pubblici uffici. Si precisa che nel Comune di Genova tutto il personale appartenente al Corpo di Polizia Municipale è dotato di arma d’ordinanza
  • Idoneità psico-fisica alle mansioni da ricoprire, che sarà accertata dall’Amministrazione all’atto dell’assunzione. L’idoneità psico-fisica è richiesta anche con riferimento ai requisiti di cui al D.M. 28.4.1998 per il porto d’armi
  • Non avere riportato condanne penali, né avere procedimenti penali in corso che impediscano ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione del rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione
  • Per gli aspiranti di sesso maschile, nati entro il 31.12.1985, posizione regolare nei riguardi degli obblighi imposti dalla legge sul reclutamento militare
  • Non aver esercitato il diritto di obiezione di coscienza, prestando un servizio civile in sostituzione di quello militare. Resta salvo quanto previsto dall’art. 15, comma 7-ter, della legge 8.7.1998, n. 230, per coloro che hanno rinunciato allo status di obiettore di coscienza
  • Non essere stati licenziati o destituiti dall’impiego presso una pubblica amministrazione, o dichiarati decaduti nonché dispensati dall’impiego per persistente insufficiente rendimento


  • Essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio: diploma di laurea in Scienze Politiche o Giurisprudenza o Economia e Commercio conseguito con l’ordinamento di studi previgente al D.M. n. 509/99, o corrispondente laurea specialistica/magistrale conseguita con il nuovo ordinamento – secondo l’equiparazione di cui al Decreto del ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca del 09.07.2009, oppure possesso di una delle seguenti lauree triennali:
  • – 02 Scienze dei Servizi Giuridici D.M.509/1999

    – 31 Scienze Giuridiche D.M.509/1999

    – 15 Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali D.M.509/1999

    – 17 Scienze dell’Economia e della Gestione Aziendale D.M.509/1999

    – 19 Scienze dell’Amministrazione D.M.509/1999

    – 28 Scienze Economiche D.M.509/1999

    – L-14 Scienze dei Servizi Giuridici D.M. 270/2004

    – L- 36 Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali D.M. 270/2004

    – L-18 Scienze dell’Economia e della Gestione Aziendale D.M. 270/2004

    – L-16 Scienze dell’Amministrazione e dell’Organizzazione D.M. 270/2004

    – L-33 Scienze Economiche D.M. 270/2004

    I titoli di studio richiesti devono essere rilasciati da Università riconosciute a norma dell’ordinamento universitario italiano.


    Per i candidati in possesso di un titolo di studio conseguito all’estero, l’assunzione sarà subordinata al rilascio, da parte delle autorità competenti, del provvedimento di equivalenza, del titolo di studio posseduto, al titolo di studio richiesto dal presente avviso di selezione, così come previsto dall’art. 38 del D.Lgs. 30.03.2001, n. 165. In tal caso, il candidato deve espressamente dichiarare, nella propria domanda di partecipazione, pena esclusione, di aver avviato l’iter procedurale, per l’equivalenza del proprio titolo di studio, previsto dalla richiamata normativa

  • Possesso della patente di guida di categoria B, senza limitazioni, ad eccezione del codice 01 (obbligo di lenti), se compatibile con i requisiti seguenti
  • Acutezza visiva uguale o superiore a complessivi 16/10, con almeno 7/10 nell’occhio peggiore, raggiungibile anche con correzione
  • Visus naturale uguale o superiore a complessivi 7/10, con almeno 2/10 nell’occhio peggiore
  • Normalità del senso cromatico, luminoso e del campo visivo
  • Funzione uditiva normale, senza ausilio di protesi, con percezione voce conversazione a non meno di 8 metri, con non meno di 2 metri per l’orecchio peggiore
  • Possesso dei requisiti psico-fisici necessari per il porto d’armi riconducibili a quelli richiesti per il porto d’armi per difesa personale (D.M. 28/4/1998, in G.U. n. 143 del 22/6/1998)
  • I candidati non dovranno, inoltre, trovarsi nelle condizioni di disabilità di cui all’art. 1 della Legge 68/99 e s.m.i. (art. 3 comma 4 Legge 68/99)
    LINK UTILI    

Consulta il Bando Completo sulla Gazzetta Ufficiale

Visualizza i Dettagli sul sito del Comune

Scarica il Bando del Concorso

Questo articolo potrebbe interessare ad uno dei tuoi amici. CONDIVIDI su Facebook!