18 Posti per Agente di Polizia Municipale – Comune di Novara

Concorso pubblico, per esami, per la copertura di diciotto posti di agente di polizia municipale, categoria C, a tempo pieno ed indeterminato, per il triennio 2019-2021

SCADE IL 23 Gennaio 2020

(GU n.101 del 24-12-2019)

AGENTE DI POLIZIA MUNICIPALE - COMUNE DI NOVARA
AGENTE DI POLIZIA MUNICIPALE – COMUNE DI NOVARA

COMUNE DI NOVARA

Concorso Pubblico

Si rende noto che e’ indetto il concorso pubblico, per esami, per la copertura a tempo pieno ed indeterminato, di complessivi diciotto posti di agente di polizia municipale, categoria C, (rif. C4_2019) prevista per il triennio 2019- 2021.

Scadenza: trenta giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami».

Il bando, contenente i titoli e i requisiti generali e specifici per l’ammissione, le modalita’ di partecipazione al concorso, le modalita’ di svolgimento delle prove e le materie oggetto delle stesse, nonche’ il relativo modulo di domanda, e’ integralmente pubblicato all’albo pretorio on-line dell’ente e sul sito internet del Comune di Novara alla pagina «concorsi e selezioni pubbliche» cui si accede direttamente dal rimando in fondo all’homepage.

Con le stesse modalita’ verranno pubblicate tutte le altre informazioni relative all’ammissione alle prove, alla data ora e luogo di svolgimento e all’esito delle stesse.

Tale pubblicazione ha valore di notifica a tutti gli effetti e non sara’ effettuata nessun’altra comunicazione scritta ai candidati.

Per ulteriori informazioni rivolgersi al nucleo ricerca e selezione del personale, viale Manzoni, 20, tel. 0321-3703602/3703603/3703691.

Dettagli Del Concorso

    REQUISITI    

  • Età non inferiore ad anni 1 8 e non superiore ai 35 anni compiuti alla data di scadenza della presentazione della domanda (23.01.2020) (riferimento Cons. Stato, Ad. Plen. Sent. n. 21/2011) (rispettano tale previsione tutti coloro che sono nati a partire dal 23.1.1985 in poi)
  • Essere cittadino italiano (sono equiparati gli italiani non appartenenti alla Repubblica). Ai sensi del D.P.C.M. 174/94 e dell’art. 38 del D.Lgs.vo n° 165/2001 nel testo vigente, gli stranieri non possono accedere alle procedure selettive relative ai profili del Corpo di Polizia Municipale in quanto implicano esercizio diretto di pubblici poteri
  • Godimento dei diritti civili e politici
  • Idoneità psico-fisica all’impiego specifico, ivi compreso quanto indicato alla lettera Q) del presente bando. L’idoneità psico-fisica è richiesta anche con riferimento ai requisiti di cui al D.M. 28.4.1998 per il porto d’armi per uso personale. (Il trovarsi nelle condizioni di disabilità di cui all’art. 1 della Legge n. 68/1999 e s.m.i. comporta la non idoneità alle mansioni previste per il profilo messo a concorso)

  • L’Amministrazione comunale, tramite il proprio medico competente nominato ai sensi del D.Lgs n. 81/2008, sottoporrà a visita medica preventiva in fase preassuntiva i vincitori del concorso, al fine di verificare l’idoneità psico-fisica alle mansioni proprie del servizio di polizia locale e specificamente al servizio operativo sul territorio articolato nelle previste fasce orarie giornaliere e notturne. Qualora l’esito dell’accertamento dia luogo ad un giudizio di inidoneità, totale o parziale, permanente o temporanea, alle mansioni richieste non si procederà all’assunzione

  • Diploma di superamento dell’esame di Stato conclusivo dei corsi di studio di istruzione secondaria superiore (ovvero diploma di maturità)
  • Il candidato in possesso di titolo di studio che sia stato rilasciato da un Paese dell’Unione Europea, sarà ammesso, purché il titolo suddetto sia stato equiparato con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri ai sensi dell’art. 38 comma 3 del Decreto Legislativo 30.3.2001 n° 165. Il candidato sarà ammesso con riserva alle prove di concorso qualora tale decreto non sia stato ancora emanato, ma esistano i presupposti per l’attivazione della procedura medesima
    Nel caso di titoli di studio conseguiti all’estero, redatti in lingua straniera, devono essere completati da una traduzione in lingua italiana certificata conforme al testo straniero redatto dalla competente rappresentanza diplomatica o consolare, ovvero da un traduttore ufficiale, e devono essere riconosciuti equipollenti ad uno dei titoli di studio previsti per la partecipazione al concorso (alla data di scadenza del termine ultimo per la presentazione delle domande di ammissione al concorso), in base ad accordi internazionali, o ai sensi del decreto legislativo 27.1.1992 n° 115, ovvero con le modalità di cui all’art. 332 del testo unico 31 agosto 1933 n° 1592

  • Requisiti previsti dall’art. 5 – comma 2 – della Legge 7.3.1986, n° 65 per il conferimento della qualifica di AGENTE DI PUBBLICA SICUREZZA e precisamente:
  • – godimento dei diritti civili e politici

    – non avere subito condanna a pena detentiva per delitto non colposo o non essere stato sottoposto a misura di prevenzione

    – non essere stato espulso dalle Forze Armate o dai Corpi militarmente organizzati o destituito da pubblici uffici


  • Assolvimento degli obblighi militari imposti dalla legge sul reclutamento (per i candidati di sesso maschile nati entro il 31.12.1985). Sono esclusi dal concorso, per incompatibilità nelle funzioni e nell’attribuzione della qualifica di AGENTE DI PUBBLICA SICUREZZA, coloro che hanno svolto il servizio sostitutivo civile in qualità di “Obiettori di coscienza” ai sensi dell’art. 15, comma 7 della Legge 8.7.1998, n° 230. *Ai sensi dell’art. 4 del vigente Regolamento del Corpo di Polizia Municipale, tutto il personale del Corpo riveste la qualifica di “Agente di Pubblica Sicurezza” ai sensi degli artt. 3 e 5 della Legge 7.3.1986 n° 65, il che comporta obbligatoriamente l’uso delle armi.
  • Coloro che sono stati ammessi a prestare servizio civile quali “obiettori di coscienza” potranno accedere al concorso qualora, decorsi cinque anni dalla data in cui stati collocati in congedo, abbiano rinunciato allo status di obiettore di coscienza così come previsto dall’art. 636 del D. Lgs.vo n° 66 del 15 marzo 2010

  • Patente di guida di categoria B o superiore in corso di validità
  • Non possono accedere agli impieghi coloro che siano stati esclusi dall’elettorato politico attivo e coloro che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero coloro che siano stati dichiarati decaduti da un impiego statale ai sensi dell’art. 127, primo comma, lettera d) del T.U. approvato con D.P.R. 10.1.1957 n° 3
    LINK UTILI    

Consulta il Bando Completo sulla Gazzetta Ufficiale

Visualizza i Dettagli sul sito del Comune

Scarica il Bando del Concorso

Scarica Modulo Domanda

Questo articolo potrebbe interessare ad uno dei tuoi amici. CONDIVIDI su Facebook!