159 Posti Personale Amministrativo – Segretariato Generale della Giustizia Amministrativa

Concorso pubblico, per esami, a complessivi centocinquantanove unita’ di personale, area III, fascia retributiva F1, da inquadrare nei ruoli del personale amministrativo della Giustizia amministrativa, della Corte dei conti e dell’Avvocatura dello Stato

SCADE IL 1 SETTEMBRE 2019

(GU n.61 del 02-08-2019)

PERSONALE AMMINISTRATIVO - SEGRETARIATO  GENERALE  DELLA GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA
PERSONALE AMMINISTRATIVO – SEGRETARIATO GENERALE DELLA GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA

SEGRETARIATO GENERALE DELLA GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA

Concorso Pubblico

E’ indetto un concorso pubblico, per esami, per il reclutamento di complessive centocinquantanove unita’ di personale da inquadrare nell’area funzionale terza – fascia retributiva F1 – da destinare alle esigenze funzionali degli uffici centrali e periferici della Giustizia amministrativa, della Corte dei conti e dell’Avvocatura dello Stato.

I posti a concorso sono ripartiti come segue:

a) ottantotto posti presso la Giustizia amministrativa;

b) cinquantaquattro posti presso la Corte dei conti;

c) diciassette posti presso l’Avvocatura dello Stato.

Il trenta per cento dei posti a concorso previsti per la Corte dei conti e’ riservato, ai sensi dell’art. 24 del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150, al personale di ruolo dell’amministrazione, purche’ in possesso dei requisiti di cui all’art. 3 del presente bando.

Il cinquanta per cento dei posti a concorso previsti per la Giustizia amministrativa e’ riservato, ai sensi dell’art. 24 del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150, al personale di ruolo dell’amministrazione, purche’ in possesso dei requisiti di cui all’art. 3 del presente bando.

Il cinquanta per cento dei posti a concorso previsti per l’Avvocatura dello Stato e’ riservato, ai sensi dell’art. 24 del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150, al personale di ruolo della predetta amministrazione, purche’ in possesso dei requisiti di cui all’art. 3 del presente bando.

Si applica altresi’, con riferimento ai posti previsti per ciascuna delle amministrazioni, la riserva in favore del personale militare di cui all’art. 1014 del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, purche’ in possesso dei requisiti di cui all’art. 3 del presente bando.

I posti oggetto di riserva, non coperti dal personale di cui ai commi 3, 4, 5 e 6 sono conferiti secondo l’ordine di graduatoria.

Il candidato che intenda avvalersi della riserva ne deve fare espressa dichiarazione nella domanda di partecipazione al concorso.

Dettagli Del Concorso

    REQUISITI    

  • Cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione Europea
  • Godimento dei diritti politici
  • Titolo di studio tra i seguenti:
  • – Laurea di 1° livello secondo la classificazione di cui al d.m. n. 270 del 2004:
  • L – 14 Scienze dei servizi giuridici
  • L – 16 Scienze politiche
  • L – 18 Scienze dell’economia e della gestione aziendale
  • L – 33 Scienze economiche
  • L – 36 Scienze dell’Amministrazione
  • – Laurea magistrale di cui al d.m. n. 270 del 2004:
  • LMG /01 Giurisprudenza
  • LM – 56 Scienze dell’economia
  • LM – 77 Scienze economico – aziendali
  • LM – 63 Scienze delle pubbliche amministrazioni
  • LM – 52 Relazioni internazionali
  • LM – 62 Scienze della politica
  • – Diploma di laurea del vecchio ordinamento o laurea specialistica equiparati alle suindicate classi di laurea magistrale (d.m. n. 270 del 2004) secondo il Decreto interministeriale del 9 luglio 2009 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 7 ottobre 2009 n. 233
  • I candidati in possesso dei suddetti titoli di studio rilasciati da un Paese dell’Unione Europea, sono ammessi a partecipare ove gli stessi siano stati equiparati con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, ai sensi dell’art. 38, comma 3, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, da allegare alla domanda di partecipazione
  • Idoneità alla mansione da svolgere. L’Amministrazione ha facoltà di sottoporre a visita medica di controllo i vincitori del concorso
  • Qualità morali e condotta incensurabili
  • Posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva per i cittadini soggetti a tale obbligo
  • Non sono ammessi al concorso coloro che:
  • – Siano esclusi dall’elettorato attivo politico
  • – Siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero siano stati licenziati da altro impiego statale, ai sensi della vigente normativa contrattuale, per aver conseguito l’impiego mediante la produzione di documenti falsi e, comunque, con mezzi fraudolenti, ovvero per aver sottoscritto il contratto individuale di lavoro a seguito della presentazione di documenti falsi
    LINK UTILI    

Consulta il Bando Completo sulla Gazzetta Ufficiale

Visualizza i Dettagli sul sito di Corte dei Conti

Scarica il Bando del Concorso

Questo articolo potrebbe interessare ad uno dei tuoi amici. CONDIVIDI su Facebook!