1052 posti Personale non Dirigenziale – Ministero per i Beni e le Attivita’ Culturali

Concorso pubblico, per esami, per il reclutamento di millecinquantadue unita’ di personale non dirigenziale a tempo indeterminato, da inquadrare nella II Area, posizione economica F2, profilo professionale di assistente alla fruizione, accoglienza e vigilanza del Ministero per i beni e le attivita’ culturali.

SCADE IL 23 SETTEMBRE 2019

(GU n.63 del 09-08-2019)

PERSONALE NON DIRIGENZIALE - MINISTERO PER I BENI E  LE ATTIVITA' CULTURALI - COMMISSIONE PER L'ATTUAZIONE DEL PROGETTO RIPAM
PERSONALE NON DIRIGENZIALE – MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI – COMMISSIONE PER L’ATTUAZIONE DEL PROGETTO RIPAM

COMMISSIONE PER L’ATTUAZIONE DEL PROGETTO RIPAM

Concorso Pubblico

E’ indetto un concorso pubblico, per esami, per il reclutamento di n. 1.052 (mille e cinquantadue) unita’ di personale non dirigenziale a tempo indeterminato, da inquadrare nella II Area, posizione economica F2, profilo professionale di assistente alla fruizione, accoglienza e vigilanza del Ministero per i beni e le attivita’ culturali, per la copertura di posti presso gli uffici del Ministero ubicati nelle seguenti Regioni:

regione ABRUZZO posti 30


regione BASILICATA posti 18


regione CALABRIA posti 64


regione CAMPANIA posti 200


regione EMILIA ROMAGNA posti 51


regione FRIULI-VENEZIA GIULIA posti 7


regione LAZIO posti 198


regione LIGURIA posti 48


regione LOMBARDIA posti 77


regione MARCHE posti 15


regione MOLISE posti 14


regione PIEMONTE posti 57


regione PUGLIA posti 36


regione SARDEGNA posti 14


regione SICILIA posti 2


regione TOSCANA posti 155


regione UMBRIA posti 20


regione VENETO posti 46

Ai sensi degli articoli 678 e 1014 del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, il trenta per cento dei posti e’ riservato ai volontari in ferma breve e ferma prefissata delle Forze armate congedati senza demerito ovvero durante il periodo di rafferma, ai volontari in servizio permanente, nonche’ agli ufficiali di complemento in ferma biennale e agli ufficiali in ferma prefissata che hanno completato senza demerito la ferma contratta, ove in possesso dei requisiti previsti dal bando.

Le riserve di legge, in applicazione della normativa vigente, e i titoli di preferenza sono valutati esclusivamente all’atto della formulazione della graduatoria finale di merito di cui al successivo articolo 9 nel limite massimo del cinquanta per cento del totale dei posti di cui al presente articolo.

Dettagli Del Concorso

    REQUISITI    

  • Essere cittadini italiani o di altro Stato membro dell’Unione europea e i loro familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente nonché cittadini di Paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria, ai sensi dell’articolo 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165. Per i soggetti di cui all’articolo 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 essere in possesso dei requisiti, ove compatibili, di cui all’articolo 3 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 7 febbraio 1994, n.174
  • Avere un’età non inferiore a 18 anni
  • Essere in possesso di un diploma di scuola secondaria di secondo grado. I candidati in possesso del titolo di studio sopra citato, nonché di eventuali titoli accademici rilasciati da un Paese dell’Unione Europea sono ammessi alle prove concorsuali, purché il titolo sia stato dichiarato equivalente con provvedimento della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della funzione pubblica, sentito il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, ai sensi dell’articolo 38, comma 3, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, ovvero sia stata attivata la predetta procedura di equivalenza. Il candidato è ammesso con riserva alle prove di concorso in attesa dell’emanazione di tale provvedimento. La dichiarazione di equivalenza va acquisita anche nel caso in cui il provvedimento sia già stato ottenuto per la partecipazione ad altri concorsi. La modulistica e la documentazione necessaria per la richiesta di equivalenza sono reperibili sul sito istituzionale della Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento della funzione pubblica www.funzionepubblica.gov.it. La procedura di equivalenza può essere attivata dopo lo svolgimento della prova preselettiva, ove superata, e l’effettiva attivazione deve comunque essere comunicata, a pena d’esclusione dal concorso, prima dell’espletamento delle prove orali;
  • Idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni cui il concorso si riferisce. Tale requisito sarà accertato prima dell’assunzione all’impiego
  • Godimento dei diritti civili e politici
  • Non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo
  • Non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale, ai sensi dell’articolo 127, primo comma, lettera d), del Testo Unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3 e ai sensi delle corrispondenti disposizioni di legge e dei contratti collettivi nazionali di lavoro relativi al personale dei vari comparti;
  • Non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici
  • Per i candidati di sesso maschile, nati entro il 31 dicembre 1985, essere in posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva
    LINK UTILI    

Consulta il Bando Completo sulla Gazzetta Ufficiale

Visualizza i Dettagli sul sito delMinistero per i Beni e le Attività Culturali

Scarica il Bando del Concorso

Questo articolo potrebbe interessare ad uno dei tuoi amici. CONDIVIDI su Facebook!